[NEWS] Dopo l’Italia, altre edizioni di Wikipedia oscurate

Francesco Daniele

Non dimenticare di iscriverti per continuare a ricevere i prossimi post.

Altre edizioni di Wikipedia contro le riforme sul copyright.

Dopo che la famosa enciclopedia in versione Italiana ha oscurato tutte le sue pagine, mostrando segno di disapprovazione verso le riforme sul copyright (approfondito in questo articolo), anche altre edizioni si stanno mobilitando.

Parliamo di Wikipedia Spagna, Estonia e Lettonia, mentre c’è un banner informativo sull’edizione inglese e polacca di Wikipedia.

Ecco il messaggio tradotto in italiano:

“C’è una campagna cinica da parte delle società tech che inondano le caselle email degli europarlamentari facendo allarmismo che la direttiva sul copyright sarebbe la fine di internet, ma vi preghiamo di notare che oggi fanno vent’anni dalla loro prima affermazione che misure sul copyright distruggerebbero internet, cosa che non è mai successa”. Così 150 rappresentanti dell’industria creativa e culturale europea, dalle associazioni di autori, giornalisti e musicisti sino a editori, produttori cinematografici e tv dei 28, tra cui per l’Italia anche Anica, Siae, Confindustria Radio Televisioni, Pim. Il settore culturale e creativo invita quindi gli eurodeputati a “confermare il mandato sul copyright nel voto in plenaria per sostenere la creazione in Europa”, che pesa per il 4,5% del pil Ue e rappresenta 12 milioni di posti di lavoro. “Abbiamo bisogno di un Internet che sia equo e sostenibile per tutti“.

Cosa si andrebbe a modificare?

Queste nuove riforme, toccano maggiormente gli articoli 11 e il 13.

Il primo prevede l’istituzione di una sorta di “link tax” per le piattaforme web che inseriscono link ai siti di notizie. L’articolo 13, invece, prevede che i contenuti caricati online nell’UE debbano essere verificati con dei filtri, per prevenire la diffusione online di materiale protetto dal diritto d’autore.

#SaveYourInternet

Cosa ne pensi a riguardo? Fammelo sapere con un commento qui sotto!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *